Difficoltà guida:
Oggi vi spiego molto sinteticamente come virtualizzare un Sistema Operativo (Da Windows al DOS a Linux) dal vostro con un semplice programma che si chiama Oracle VM Virtualbox!!!
VirtualBox è un programma gratuito e semplice, al contrario di VMWare Workstation....Questo programma è consigliato da HacknMod ;-)
Più dettagliatamente:
VirtualBox è un software di virtualizzazione commerciale proprietario (con una versione ridotta distribuita secondo i termini della GNU General Public License) per architettura x86 che supporta Windows, GNU/Linux e Mac OS X (beta) come sistemi operativi host, ed è in grado di eseguire Windows, GNU/Linux, OS/2 Warp, OpenBSD e FreeBSD come sistemi operativi guest. Nel gennaio 2007 ne è stata rilasciata una versione ridotta.
VirtualBox supporta la soluzione per la virtualizzazione hardware di Intel VT-x ed, in via sperimentale la soluzione di AMD, AMD-V, ma non usa nessuna delle due per impostazione predefinita.
Il 12 febbraio 2008 Sun Microsystem ha acquistato Innotek GmbH, l'azienda tedesca sviluppatrice di VirtualBox.
Il 27 gennaio 2010 è stata perfezionata l'acquisizione di Sun da parte di Oracle Corporation.

Sostanzialmente VirtualBox permette di creare macchine virtuali che operano in modo indipendente rispetto al sistema ospitante e possono essere utilizzate per gli scopi più disparati; è ad esempio possibile utilizzare le macchine virtuali per la realizzazione di ambienti di testing o di sviluppo pronti all'uso.


Necessario:
- Un PC con minimo 512MB di RAM (per un funzionamento “decente” della macchina virtuale io consiglio minimo 1GB)
- Scheda video e processore “Decenti” (un Pentium va benissimo ;) )
- Come OS dovete avere Windows, MacOSX o Linux
- Oracle VM VirtualBox Per il vostro vero OS
- La ISO dell'OS che vi serve (es: Voglio installare Win XP ? Mi serve la ISO di XP)

Iniziamo:
- Scaricate VirtualBox
- Installatelo (se avete windows eseguite il file .exe ecc.)
- Conclusa l'installazione di VirtualBox è giunto finalmente il momento di creare una macchina virtuale all'interno della quale girerà il nostro sistema virtualizzato, che d'ora in poi chiameremo sistema guest. Dopo aver avviato VirtualBox, per iniziare la creazione di una nuova macchia virtuale è sufficiente cliccare sul pulsante "Nuova" in alto a sinistra:

- Ora cliccate avanti:

- Ora date un nome alla macchina (es: UbuntuBox) e scegliete l'OS da usare in quella macchina:

- Adesso dovete scegliere quanta RAM dare alla vostra Macchina virtuale...possibilmente non dategli più della metà della vostra memoria (Quella del vostro PC, quella REALE)
Ovviamente dipende dall'OS che dovete utilizzare, ecco i miei consigli per i fondamentali OS: (per un buon Funzionamento)
* Linux (Distro completa, es: Ubuntu, Linux Mint ecc.): Minimo 512MB
* Linux (Distro leggera, es: Slax, SliTaz, Lubuntu ecc.): Minimo 128MB
* Windows XP: Minimo 256..ma meglio Minimo 512MB
* Windows Vista e 7: Minimo 1GB
* MacOSX: Minimo 1GB

- La prossima fase consiste nella selezione del disco fisso virtuale sul quale verrà installato il sistema operativo. Un disco fisso virtuale non è altro che un file creato semplicemente allocando parte dello spazio messo a disposizione dal disco rigido della macchina fisica. Presupponendo che sia la prima volta che utilizzate VirtualBox, è necessario crearne uno nuovo selezionando la voce "Crea un nuovo disco fisso". Controllate inoltre che sia abilitata l'opzione "Disco fisso d'avvio" e premete "Avanti" per continuare. Sarà possibile aggiungere altri dischi virtuali alla virtual machine solo in un secondo momento, agendo attraverso il menù "Impostazioni".

- Cliccate su Avanti:

Di seguito viene richiesto all'utente se creare un disco ad espansione dinamica o a dimensione fissa. Come descritto nella seguente schermata, l'espansione dinamica consente di occupare esclusivamente lo spazio necessario al sistema guest espandendolo di volta in volta in caso di necessità, mentre scegliendo di creare un disco a dimensione fissa verrà subito allocato tutto lo spazio specificato. Il mio consiglio è di creare un disco con espansione dinamica:

- Ora dovete scegliere le dimensioni del disco virtuale, ecco i miei consigli: (per un buon funzionamento)
N.B.: Questi GB SONO VIRTUALI, es: Io voglo installare Win 7, gli do 50GB, ma non me ne occupa mica 50 sull'HDD vero !!!! Più roba ci metterete e più spazio occuperà veramente (contate anche l'installazione)
* Linux (Distro completa, es: Ubuntu, Linux Mint ecc.): Minimo 10GB
* Linux (Distro leggera, es: Slax, SliTaz, Lubuntu ecc.): Minimo 20GB
* Windows XP: Minimo 10GB
* Windows Vista e 7: Minimo 25GB
* MacOSX: Minimo 20GB

- Una schermata di riepilogo vi richiederà di confermare le scelte appena fatte prima di procedere alla creazione vera e propria del disco fisso virtuale. Se le impostazioni sono tutte corrette, procedete cliccando su "Avanti";

- Ora selezionate la Macchina virtuale appena creata e cliccate su impostazioni: mettete aposto quello che volete cambiare, e se volete montate la ISO
- Ora se avete montato la ISO tramite le impostazioni avviate la macchina virtuale; se invece usate il CD/DVD mettetelo nel lettore e avviate la macchina
- Installate l'OS come se fosse vero !
FINITO!

N.B.:L'OS virtuale non influisce sul vero OS, se no non sarebbe virtuale asd

____________________________________________________________________________________________________ ____________________________________________________________________________________________________ ________
Guida creata da Frenk 1010 per HacknMod, vietata la copia su altri siti/forum senza la mia autorizzazione !!!