Spesso ci ritroviamo a dover scegliere quale operatore ADSL adottare per la nostra connessione e (in caso) anche per il telefono. Per la scelta di un'operatore ci sono parecchi fattori da considerare, la distanza dalla centrale, la qualità del servizio e molto altro.
Questa guida sarà divisa in parti.

Parte 1: Scelta dell'operatore.
In questa parte della guida sceglierete quale offerta fa al caso vostro.




Parte 2: Quale scegliere e perché

Dopo aver scelto l'offerta che più vi interessa, dovrete tenere in considerazione anche altri fattori. Ull o WHS?
Molti di voi non conosceranno questi termini, che però spesso rappresentano il dato più importante per la sottoscrizione di un servizio buono o cattivo.
Quando ci affidiamo ad un'operatore per usufruire della nostra offerta, possono accadere due cose.

ULL
L'affitto di una parte della centrale telecom da parte del vostro nuovo operatore (chiamata ultimo miglio) che, una volta affittata viene gestita interamente dall'operatore con cui state sottoscrivendo il contratto, e ciò comporta generalmente una qualità della connessione e della fonia migliore e la risoluzione dei problemi con maggiore velocità, poiché quelle parti delle centrali vengono gestite interamente dal nuovo operatore.Questo fenomeno è chiamato ULL.

WHS
Il nuovo operatore non è in grado di coprire la vostra zona e di conseguenza l'ultimo miglio rimane sotto gestione telecom e viene cambiato solo apparentemente l'operatore. Questo comporta una peggiore qualità del servizio, poiché se il proprio ultimo miglio rimane gestito da telecom, sarete sfavoriti dalla stessa poiché non siete più loro clienti, e giustamente vengono favoriti i clienti telecom rispetto a voi. Questo fenomeno è detto Wholesale (letteralmente all'ingrosso).

In poche parole, cosa cambia tra le due cose?
Anche se non sembra, questo fattore è importantissimo, poiché quando si è "sotto la rete del nuovo operatore" (che significa essere in ULL), il servizio risulterà migliore e i malfunzionamenti verranno risolti in tempi brevi (poiché in ULL l'operatore può accedere all'ultimo miglio affittato senza problemi, in WHS deve chiedere il permesso alla telecom che, una volta accordato, procederà all'invio di un tecnico), poiché il nuovo gestore può intervenire direttamente sugli apparati in quanto affittati dalla telecom e gestiti interamente da lui. Quando non si è sotto la rete del nuovo operatore, è come se si rimanesse sotto rete telecom, sfavorendovi poiché non più suoi clienti.

Come riconoscere l'ULL dal WHS?
Riconoscere l'ULL dal whs è relativamente semplice, poiché basta collegarsi sul sito dell'operatore con cui vogliamo effettuare il passaggio, scegliere la nostra offerta, inserire il numero di telefono e fare la verifica del servizio. In questo caso possono avvenire due cose:


  • Lei è coperto dal servizio dell'operatore. Può attivare la 8 o la 20 mega.

  • Lei non è coperto dalla rete dell'operatore. Può attivare solo la 7 mega e dovrà pagare un supplemento relativo al canone telecom. (WHS)

  • Lei non è coperto dalla rete dell'operatore. Può attivare solo la 7 mega con VOIP e dovrà pagare un supplemento telecom(WHS)



In questa maniera è possibile riconoscere il tipo di servizio che avremo e regolarci di conseguenza. Il mio consiglio è quello di rimanere telecom nel caso in cui l'operatore sia in WHS, oppure di passare a qualsiasi altro operatore purché sia in ULL.
Un consiglio molto importante che voglio dare, è quello di non fidarvi degli operatori telefonici che vi propongono l'offerta dicendovi che siete sotto la loro rete poiché spesso capita di non essere coperti ma vi viene detto che lo siete perché è in previsione il passaggio della vostra zona sotto la loro rete, e questo può comportare dei disservizi dalla durata imprevedibile. Vi consiglio di controllare sempre prima il sito web (che è affidabile) e poi chiamare il servizio clienti.

Parte 3: Controllare la qualità del servizio
Prendiamo in esame il post-passaggio, per controllare se il vostro servizio è degno di ciò che vi è stato promesso (al livello di connessione).

La portante
La portante in realtà non conta così tanto, poiché viene decisa dall'operatore in fase di allestimento della vostra linea. Se siete sotto la loro rete e avete concordato un contratto con 8 mega dovrebbe essere di 8000kbps. Questa portante però può essere abbassata o alzata dall'operatore in caso di necessita o di malfunzionamento poiché un'altro fattore importante della qualità (più velocità che qualità) è la distanza dalla centrale,poiché la connessione arriva dai doppini telefonici e in parole povere una maggiore distanza implica una minore velocità così come una distanza minore implica una velocità maggiore. Quindi, facendo un breve calcolo, se siete a 1 km dalla vostra centrale, la vostra connessione di 8 mega viaggerà più o meno alla velocità di 7. Ritornando alla portante, può essere abbassata dall'operatore nel caso in cui la distanza dalla centrale è talmente alta che è quasi impossibile arrivare alla velocità promessa (anche se generalmente viene lasciata al massimo, solo che spesso viene modificata perché una portante troppo alta può provocare instabilità di connessione).

La portante screenshot:
null

Un'altro valore è quello relativo alla portante in upload. Il principio è lo stesso di quella in download, quindi vi posto solo lo screenshot di come appare nel vostro modem:

null


Margine di rumore (o SNR Margin) e Attenuazione
Come ho già detto, la portante non è poi un valore così utile, i valori più utili per controllare la qualità del servizio sono il margine di rumore e l'attenuazione.

L'attenuazione dipende dalla distanza della centrale, è il valore che vi indica la qualità del segnale che arriva dal doppino telefonico. Più e lungo il doppino (e di conseguenza la distanza alla centrale) più la velocità di connessione sarà inferiore (e questo si ricollega al discorso portante). Il margine di rumore (o SNR Margin) è un valore che rappresenta un rapporto tra la potenza del segnale e il rumore, in poche parole, più questo valore è alto, più la qualità della connessione sarà migliore.

L'attenuazione è un valore che non cambia, poiché rimane lo stesso in base alla distanza dalla vostra centrale. In questa guida posterò i valori accettabili di attenuazione.

La qualità di questi valori varia in base al tipo di protocollo che utilizzate, so utilizzate come tipo di connessione ADSL 2/2+ (dagli 8 ai 24mega) l'attenuazione sarà buona a valori diversi, mentre se utilizzate il protocollo ADSL1 (anche G.DMT) saranno considerati buoni altri valori. In genera se avete un'offerta 8 mega o 20 mega possedete il protocollo ADSL2+, se siete con una 7mega, utilizzerete il protocollo ADSL (o G.DMT). Questi valori, li troverete tutti sulle statistiche del modem.

Valori attenuazione (ADSL1, G.DMT)

fino a 20 dB: perfetto, non si può ottenere di meglio
20 – 30 dB: eccellente
30 – 40 dB: molto buono
40 – 50 dB: buono/discreto
50 – 60 dB: appena sufficiente, si possono verificare disconnessioni
oltre 60 dB: pessimo, disconnessioni frequenti.


Valori attenuazione (ADSL 2/2+)
fino a 10 dB: perfetto, non si può ottenere di meglio
20 – 30 dB: buono
30 – 40 dB: discreto
40 – 55 dB: scarso
oltre 55 dB: pessimo, disconnessioni frequenti.


Il margine di rumore invece ha dei valori diversi (espressi sempre in db) che servono a verificare la qualità del segnale che arriva a casa vostra.

Valori Margine di rumore (ADSL1, G.DMT)
fino a 6 dB: segnale assente/intermittente
7 – 10 dB: pessima qualità, difficile avere una connessione stabile
11 – 15 dB: segnale sul livello di soglia, controllare impianto telefonico e filtri
16 – 20 dB: segnale pulito, nessuna anomalia
20 – 28 dB: segnale ottimo
oltre 28 dB: eccellente


Valori Margine di rumore (ADSL2/2+)
fino a 4 db: segnale assente o intermittente
5 – 7 dB: valore nella norma
8 – 11 dB: valore molto buono
12 – 14 dB: segnale ottimo
oltre 15 dB: segnale eccellente


Esempio:
null

Se questi valori risultano pessimi, ci sono diverse possibilità


  • Mancato utilizzo dei filtri(può sembrare una scemata, ma i filtri sono molto utili e devono essere applicati ad ogni presa telefonica in cui è collegato un apparecchio telefonico)

  • Il cavo in centrale si sta degradando (in questo caso serve l'intervento tecnico)

  • Il vostro impianto ha qualche problema, o ci sono dei condensatori nelle vostre prese telefoniche (Serve un'elettricista).

  • Modem Guasto (poco probabile)



Spero di esservi stato utile.


Domande frequenti
A: Come accedere al pannello di controllo del modem per visualizzare le statistiche?
B: Andate su start, esegui, e selezionate CMD (ed eseguitelo come amministratore). Una volta aperto scrivete ipconfig e vi verrà mostrata una serie di indirizzi ip. troverete la voce "Gateway predefinito", con un'indirizzo ip (che generalmente è 192.168.1.1, o "".0.1). Recatevi nel browser e inserite l'indirizzo ip trovato in precedenza, vi ritroverete nel pannello di controllo del modem dove potrete controllare le vostre statistiche (Potreste ritrovarvi una richiesta di credenziali, inserite Admin come nome utente e password, generalmente funziona, altrimenti controllate nel libretto del vostro modem). Consiglio di procedere con cautela poiché apportando modifiche non dovute al mostro modem potreste rovinare la vostra connessione.