Secondo quanto riportato da una fonte interna Nintendo al portale VG247, il colosso giapponese aveva già in passato valutato l'idea di utilizzare una periferica come il Project Natal per il Nintendo Wii.
La fonte ha infatti detto che prima che Microsoft acquisisse 3DV Entertainment, colei che per prima ha sviluppato la Z-Cam in grado di percepire movimenti in uno spazio 3D, l'azienda israeliana aveva mostrato il suo progetto nel 2007 ad Iwata, presidente di Nintendo, il quale ne era rimasto colpito.
Ciò che però ha fatto scartare questa opzione sarebbe stato, riferisce la fonte, il costo della periferica e la latenza che essa ha nel convertire i movimenti in comandi.
Resterà quindi da vedere se Microsoft sia riuscita a superare quei problemi che hanno costretto Nintendo a scartare la periferica.

Iwata-San only ever invests in something he can guarantee will work for a Nintendo audience.

3DV showed off a camera that detected motion in 3D, and had voice recognition – but Iwata-San was unconvinced he could sell it at a Nintendo price point. He also had some worries around latency during gameplay.

Honestly – I’ve heard Iwata describe the prototype he saw at length, and it’s definitely Natal. What we witnessed at E3 was smaller and the facial [reading] stuff had improved, but it’s the same technology.